METTIAMO A FUOCO I TEMI DI INTERESSE PER COGLIERNE OGNI SFACCETTATURA.

Una attenta analisi dei fenomeni economici e delle principali novità giuridiche ci consente di rispondere al meglio alle varie esigenze dei nostri interlocutori.

31
10_
2016
News
Entrano in vigore le modifiche al procedimento davanti alla Cassazione

Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale la legge di conversione del D.L. 31 agosto 2016, n. 168


2
2_
2016
News
I “fatti materiali” ai fini della configurabilità del falso in bilancio

La Cassazione muta orientamento sui “fatti materiali” ai fini della configurabilità del falso in bilancio


2
2_
2016
News
L'nterpretazione dell’art. 160, quarto comma, R.D. n. 267/1942

Il Tribunale di Firenze fornisce una prima interpretazione dell’art. 160, quarto comma, R.D. n. 267/1942


5
1_
2016
News
Partecipazione del giudice delegato al collegio giudicante

La partecipazione del giudice delegato che ha deciso sulla domanda di insinuazione al passivo fallimentare al collegio giudicante chiamato a pronunciarsi sulla conseguente opposizione allo stato passivo non comporta nullità della sentenza.


13
11_
2015
News
Vizi del bene concesso in leasing

Con sentenza n. 19785/2015, depositata in data 5 ottobre 2015, la Corte di Cassazione a Sezioni Unite (Pres. L.A. Rovelli – Rel. A. Spirito) si è pronunciata in materia di locazione finanziaria, affrontando il tema dei rimedi esperibili dall'utilizzatore in ipotesi di vizi della cosa concessa in leasing.


12
11_
2015
News
Preliminare di vendita e fallimento

Con sentenza n. 18131/2015, depositata in data 16 settembre 2015 (Pres. L. A. Rovelli – Rel. R. Vivaldi), la Corte di Cassazione a Sezioni Unite ha affermato che il curatore fallimentare del promittente venditore non può esercitare la facoltà di sciogliersi dal contratto preliminare ex art. 72 L. fall. nei confronti del promissario acquirente, qualora quest’ultimo abbia trascritto, prima della dichiarazione di fallimento, la domanda di esecuzione in forma specifica proposta ai sensi dell’art. 2932 cod. civ. e tale domanda sia stata accolta con sentenza a sua volta trascritta.


12
11_
2015
News
Improponibile il concordato “di gruppo”

Con sentenza n. 20559/2015, depositata in data 13 ottobre 2015 (Pres. A. Ceccherini – Rel. L. Nazzicone), la Corte di Cassazione, Sez. I Civile, ha ritenuto l’improponibilità, davanti al medesimo tribunale, del concordato cd. di gruppo, in assenza di una disciplina positiva del fenomeno che si occupi di regolarne la competenza, le forme del ricorso, la nomina degli organi, nonché la formazione delle classi e delle masse; invero, “de iure condito”, il concordato preventivo può essere proposto unicamente da ciascuna delle società appartenenti al gruppo davanti al tribunale territorialmente competente per ogni singola procedura, senza possibilità di confusione delle masse attive e passive.


Condividi
×